Con il termine FRP Fiber Reinforced Polymer, si intendono i Materiali Polimerici Rinforzati, comunemente chiamati Materiali Compositi, che sono formati di solito da una matrice ed una fibra; non tutte le fibre sono uguali ed a seconda dell'impiego si usano fibre diverse come Kevlar, Carbonio, Vetro. Il FIBEX è un materiale composito realizzato con Fibre di vetro unidirezionali non interrotte (Rowing), avvolte in un tessuto a fibre pluridirezionali (Mat) ed impregnante con resina poliestere. Il processo industriale di realizzazione dei profili Fibex è definito pultrusione (dall'inglese to pull, ossia tirare) che è un processo di estrusione sotto trazione. Rispetto ai materiali tradizionali, il favorevole rapporto tra prestazioni meccaniche e peso del manufatto composito è alla base del suo crescente successo e delle sempre maggiori applicazioni per la sua flessibilità progettuale.

Per l'eccellente rapporto peso-prestazione, i materiali compositi si sono quindi rivelati particolarmente adatti nelle applicazioni strutturali, ed il loro sviluppo è stato legato essenzialmente alle industrie aerospaziali ed aeronautiche, ma anche sempre più nel settore dei trasporti dove, dal settore sportivo, le applicazioni si sono trasferite al settore commerciale.Nell'edilizia, invece, l'utilizzo crescente degli FRP è dovuto non solo alle eccellenti prestazioni meccaniche, ma anche alle altre caratteristiche fondamentali degli stessi quali soprattutto, la resistenza agli agenti atmosferici e chimici, la totale assenza di manutenzione, l'ottimo isolamento termico e l'idrorepellenza.Gli FRP li troviamo soprattutto nel settore del restauro delle strutture degradate o danneggiate e quello dell'adeguamento statico. In questo settore le fibre sono quelle di Carbonio, la cui rigidità è doppia rispetto l'acciaio, la resistenza a rottura è quattro volte più alta con un peso della struttura quattro volte inferiore.

 

Fibex, prestazioni a confronto

 

I grafici evidenziano come Fibex combini le migliori performances meccaniche dei materiali quali alluminio e acciaio con le capacità d'isolamento di pvc e legno, rendendolo il materiale d'eccellenza per gli oscuramenti esterni di ogni abitazione.

Le esclusive caratteristiche prestazionali e le proprietà fisico-meccaniche del composito Fibex, fanno di questo materiale la soluzione ideale per il settore degli oscuramenti esterni.

 

vantaggi tecnici Fibex


Assenza di manutenzione.
Il materiale composito Fibex, essendo un materiale inerte non necessita di alcuna manutenzione. Le pellicole di rivestimento che vengono utilizzate negli scuri e nelle persiane sono garantite nel tempo.

 

Eccezionale stabilità strutturale.
Grazie alla stabilità agli sbalzi termici e alla leggerezza del manufatto non appesantito da rinforzi metallici, gli scuri e le persiane in Fibex sono garantiti contro l'indeformabilità, e assicurano la stabilità ed il corretto funzionamento nel tempo.


Isolamento termico.

Grazie alla bassa conducibilità termica del materiale, gli scuri e le persiane in fibex offrono un ottimo isolamento rispetto a tutte le soluzioni in alluminio contribuendo al risparmio energetico ed al comfort abitativo.

 

Idrorepellenza e impermeabilità che permettono di evitare qualsiasi danno dovuto a imbarcamenti, flessioni, rigonfiamenti a causa dell'umidità.

 

Elevata resistenza alla corrosione chimica ed atmosferica. Fibex risulta il materiale ideale per ambienti particolarmente aggressivi (acqua salmastra, piogge acide, nebbia salina, etc.)

 

Gli scuri in Fibex sono adatti ad ogni tipologia di abitazione, per soddisfare tutte le più severe richieste del mercato. Realizzabili in un'ampia gamma di colori nobilitati con pellicole acriliche, sono integrabili con i serramenti in pvc, legno, alluminio per soddisfare tutte le esigenze tecniche ed estetiche, Fibex propone una gamma completa di scuri, dalle chiusure "Standard", a quelle "alla Padovana", fino alle chiusure "alla Vicentina" e "a Libro".

chiusura Standard
Lo scuro cosiddetto "Standard" o "Scurone" è sicuramente il modello più diffuso. Semplice ma estremamente elegante e funzionale, questo tipo di chiusura, ad ante non ripiegabili, è da sempre utilizzato nelle dimore di prestigio dal 1600 ai giorni nostri.
chiusura alla Padovana
Lo scuro "alla Padovana", dalle linee pulite ed eleganti, ha le ante snodate sulla spalla del muro.E' tipico dell'area padovana, in particolare lo si ritrova nelle Ville Venete della Riviera del Brenta.
chiusura alla Vicentina
Gli scuri "alla Vicentina", tipici delle storiche abitazioni della zona, appunto, vicentina. Sono posati vicino all' esterno muro e si ripiegano a libro in 2 moduli per anta sulla spalla della muratura verso l'interno.Le ante aperte possono essere nascoste dietro un contorno in muratura , mantenendo le facciate delle case, sia a scuro aperto che chiuso, sempre libere.
chiusura a Libro
Gli scuri "a Libro", ideali nei casi in cui ci siano limiti architettonici all' apertura verso l'esterno sono posati vicini all'interno muro e si ripiegano a libro in 1, 2 o 3 moduli per anta sulla spalla della muratura verso l'esterno.

Le esclusive caratteristiche prestazionali e le proprietà fisico-meccaniche del composito Fibex, fanno di questo materiale la soluzione ideale per il settore degli oscuramenti esterni. In funzione del contesto architettonico, si possono avere diverse tipologie di aperture e alternative di applicazione con e senza telaio.

• Per garantire un corretto funzionamento nel tempo del prodotto è necessario rispettare i limiti dimensionali di costruzione riportati nei grafici ed eventuali altri limiti specifici di tipologia. Per dimensioni superiori sono consigliati i sistemi di movimentazione a scorrere.

 

 
Goto Top